AUTOMAZIONE

Si può fare praticamente tutto quello che si vuole.
Tutte le funzionalità di base sono implementate nella morfologia degli impianti.

Possono essere studiate funzionalità aggiuntive. Alcune ipotesi:

  • Circuito speciale per portare alla centralina in pochi secondi l’acqua da analizzare a favore della reattività del sistema
  • Circuito di premiscelazione dei dosaggi dei prodotti chimici
  • Funzionamento “soft” delle operazioni sulle valvole con tempi di attesa di sicurezza prima dell’avviamento pompe
  • Scarico forzato parziale per rinnovo acqua
  • Alternanza di aspirazione dalla vasca di compenso e dal fondo con funzione antirumore e di contenimento delle dispersioni di calore
  • Rallentamento degli impianti per le ore notturne, la basse e medie stagioni, ecc.
  • Registrazione e remotazione dello stato impianto per le sue funzioni sensibili.
  • Remotazione del pannello di comando e governo da remoto dell’impianto (con esclusione delle operazioni caratteristicamente manuali)
  • Gestione avanzata di centralina e dosaggi
  • Remotazione (altra residenza, manutentore) della visualizzazione dei parametri dell’acqua (cloro, pH, temperatura)
  • Remotazione livelli dei prodotti chimici liquidi nei tank
  • Quant’altro possibile